where we are

News center
Stay up-to-date with the latest industry news and announcements. Subscribe to our free ECM e-newsletters and publications.

News archive

  • 29.09.17 Piano Industria 4.0: ecco i risultati
    Piano Industria 4.0: ecco i risultati
    Sono stati presentati la scorsa settimana i risultati del Piano Nazionale Industria 4.0 per il primo semestre del 2017 e sono state introdotte le linee guida per il Piano 2018, che da Industria 4.0 diventerà Impresa 4.0, ampliando così il raggio d’intervento anche al mondo del lavoro e alle competenze. La relazione è stata presentata dai Ministri Carlo Calenda, Pier Paolo Padoan, Giuliano Poletti e Valeria Fedeli al termine di un meeting a cui hanno partecipato istituzioni, associazioni di categoria, sindacati e mondo accademico.

    Parlando dei risultati ottenuti dal Piano Industria 4.0, è emerso come nei primi sei mesi del 2017, gli investimenti delle imprese in macchinari e apparecchiature elettriche ed elettroniche sono aumentati del 9% rispetto allo scorso anno, raggiungendo gli 80 miliardi di euro. Ad agosto 2017, gli ordini di impianti e macchinari hanno raggiunto il picco massimo dal 2010. Tra le industrie prese in esame che hanno investito nel settore Ricerca e Sviluppo, si registra inoltre una tendenza a maggiori investimenti (circa 11mila aumenteranno i loro investimenti, con un incremento della spesa stimato tra 10-15% in più).

    Positivo dunque il bilancio di questa prima fase del piano che, come affermato dallo stesso Calenda, dimostra che “gli strumenti stanno funzionando”. Per questo i bonus di iperammortamento al 250% e superammortamento al 140% sono incentivi da difendere e ripetere, poiché stimolano le imprese ad aumentare gli investimenti in innovazione e sviluppo tecnologico. Le aliquote tuttavia potranno essere riviste, compatibilmente con le risorse di finanza pubblica disponibili.

    La linee guida con le quali è stato presentato il nuovo Piano Nazionale – che si chiamerà Impresa 4.0, prevedono un ampliamento dell’area di destinazione degli incentivi, ponendo l’attenzione non solo sulle industrie, ma anche sul mondo del lavoro. Come detto dal ministro Calenda, nel 2018, le imprese che investiranno in formazione avranno accesso al “credito di imposta su formazione 4.0”, relativamente a programmi di formazione nei settori vendita e marketing, informatica e tecniche e tecnologie di produzione. La formazione sarà un punto chiave nel nuovo Piano, che coinvolgerà a 360 gradi il mondo accademico e del lavoro, attraverso incentivi mirati ad un aumento e rinnovamento delle competenze, per dare nuova spinta al mercato occupazionale.

    Ente Certificazione Macchine continua il suo impegno nell’attività di certificazione e verifica dei requisiti necessari per accedere agli ammortamenti predisposti dal Piano, viste le problematiche che si riscontrano nel verificare la conformità a detti requisiti. I dati esposti nei giorni scorsi rappresentano infatti soltanto una parte (relativa al primo semestre del 2017) dei benefici portati dal Piano Industria 4.0 per incentivare lo sviluppo tecnologico delle imprese e in generale dare nuova spinta all’economia. Questi risultati positivi servono infatti come punto di partenza per fare un bilancio delle aspettative per i prossimi mesi e formulare il nuovo Piano Impresa 4.0 che andrà a migliorare quegli aspetti di Industria 4.0 che non hanno dato i risultati sperati e aggiungere nuovi strumenti a quelli già in campo.

    Per maggiori dettagli sui risultati del Piano Industria 4.0 e sul nuovo Piano Nazionale Impresa 4.0, guarda qui. Se invece vuoi sapere cosa ECM può fare per aiutarti ad accedere agli ammortamenti, dai un'occhiata alla nostra infografica, oppure scrivi a paolo@entecerma.it o gianluca.r@entecerma.it

Login

Or

Sign Up